lunedì 14 novembre 2011

Strudel di mele


"E' lo strudel più buono che abbia mai mangiato", è stato questo il commento degli amici che l'hanno assaggiato sabato sera e, anche se sono sempre molto critica con i dolci che preparo, lasciatemi dire che questo strudel è davvero buono!
Per la pasta ho utilizzato la ricetta di Maurizio Santin tratta dal libro "Pasticceria, le mie ricette di base", posso dire che l'ho trovata perfetta, facilmente lavorabile, buonissima e, pur contenendo burro, anche molto leggera. Per il ripieno invece ho seguito la ricetta classica dello strudel, adattata a mio gusto personale. Cosa dire ancora... vi consiglio di provarlo.

ingredienti:
per la pasta (ricetta di Maurizio Santin)
250 g di farina
50 g di burro
20 g di zucchero
1 uovo
acqua tiepida q.b.
1 pizzico di sale

per il ripieno:
1 kg di mele golden o renette
90 g di zucchero
80 g di uvetta sultanina
40 g di gherigli di noci
20 g di pinoli
scorza grattugiata di 1/2 limone
succo di 1 limone
1 cucchiaino colmo di cannella in polvere
2 cucchiai di rum (facoltativi)
50 g di biscotti secchi tipo oro saiwa (ridotti in polvere nel mixer)

per completare:
burro fuso per spennellare
zucchero a velo

preparazione:
Formare una fontana con la farina setacciata, unire un pizzico di sale. A parte sbattere l'uovo con lo zucchero e sciogliere il burro a bagnomaria.
Versare l'uovo al centro della fontana, unire il burro fuso e lavorare con le mani; aggiungere poco alla volta l'acqua tiepida fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico (circa 5-6 cucchiai). Avvolgere la pasta nella pellicola da alimenti e lasciarla riposare per 20 minuti (non in frigo).

Nel frattempo sbucciare le mele, tagliarle a fettine e versarci sopra il succo del limone e lo zucchero, mescolare ed aggiungere gli altri ingredienti: la cannella, la scorza del limone, i pinoli, l'uvetta, i gherigli di noci tritati e il rum, amalgamare il tutto.

Riprendere la pasta, disporla su un canovaccio da cucina (leggermente infarinato) e stenderla con un mattarello fino allo spessore di 3 mm, quindi procedere a mano tirando delicatamente dal centro verso l'esterno con il dorso delle mani. La pasta dovrà risultare quasi trasparente (guardata controluce).

Lasciando libero un bordo di 4 cm, distribuire sulla pasta la polvere di biscotti e in seguito il ripieno di mele, spennellare il bordo con il burro fuso.
Aiutandosi con il canovaccio da cucina, arrotolare la pasta in modo da formare lo strudel, ripiegare le due estremità verso l'alto, in modo che lo strudel sia ben sigillato, spennellare la superficie con il burro fuso.
Trasferire lo strudel su una placca rivestita con carta da forno. Cuocere in forno statico a 180° per 30 minuti. Servire tiepido o freddo spolverato con zucchero a velo.

28 commenti:

  1. un classico...sempre buono! poi arriva il tempo giusto =) buon inizio settimana

    RispondiElimina
  2. una delizia meravigliosa.. mi segno subito la ricetta.. adoro il profumo di strudel caldo..
    ciao!!

    RispondiElimina
  3. é bellissimo..e sicuramente buono..lo strudel non delude mai..

    RispondiElimina
  4. uno strudel favoloso, complimenti

    RispondiElimina
  5. non ho mai fatto la pasta per lo strudel... devo provare una volta! !!

    RispondiElimina
  6. Adoro lo strudel , ti è venuto favoloso e lo credo che era buono!! bravissima baci!!

    RispondiElimina
  7. Un classico che mi fa impazzire...lo adoro e se potessi lo uberei dal monitor adesso!!baci,Imma

    RispondiElimina
  8. E' un classico sempre attuale, lo adoro! Il tuo oltre ad essere bellissimo deve essere anche di un buonoooooooo!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  9. Bello... ottima anche questa tua versione di pasta, da provare!! Bacioni

    RispondiElimina
  10. fantastico questo strudel!

    RispondiElimina
  11. siccome vorrei provare,vorra' dire che usero' la tua ricetta!

    RispondiElimina
  12. Ottima questa versione Caia!!sai che da Trentina adoro lo strudel...sto aspettando le mele canada del mio Paesino, le melinda!!!

    RispondiElimina
  13. E' in assoluto il mio dolce preferito! Mi ricordo ancora quando me lo faceva mia mamma...il profumino che lasciava per casa...
    Proverò anche io la ricetta d questa pasta, contiene molto meno burro di altre ricette che ho visto! Grazie!

    RispondiElimina
  14. Che buono lo strudel amo tutti i dolci con le mele ma questo e' il mio preferito!!!!Ti e' venuto veramente favoloso!!!Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  15. Ah lo strudel...profumo di cannella e di...Sudtirol!
    Mi è appena venuta voglia di farne uno...ciao!
    Valentina

    RispondiElimina
  16. Uno dei classici che adoro e che ognuno fa un pò a modo suo!!

    RispondiElimina
  17. ecco, ora dovrò proprio rubarne una fetta, lo strudel lo adoro!!!
    Che bello che è, favoloso! bravissima!!!!!!
    Un bacione

    RispondiElimina
  18. è lo strudel più grazioso che abbia mai visto...dall'altra parte dello schermo fa un figurone...brava

    RispondiElimina
  19. @ Carla - Saparunda's kitchen: provatelo e fatemi sapere!

    RispondiElimina
  20. fa venire voglia solo a vederlo. Che ospiti fortunati che hai, mangiano semore dei piatti deliziosi!

    RispondiElimina
  21. Deve essere buonissimo!!!
    Sono le 12:48 e mi hai fatto venire una fame!!!
    Bravissima!
    Ciao!

    RispondiElimina
  22. appena ho un attimo ci provo. sembra irresistibile...

    RispondiElimina
  23. mmh! Che buono lo strudel!!!
    Sono passata per avvisarti che ho pubblicato il sorteggio delle coppie di blog di "dai! ci scambiamo una ricetta?" vieni a vedere la tua compagnuccia di gioco...
    Mi prendo un pezzo di strudel va là!!!
    Un bacio

    RispondiElimina
  24. Caia, ti prego aiutami!! E' la seconda volta che faccio lo strudel con la tua ricetta (quella di Santin), l'intorno buono, ma la pasta durissima!!! com'e' possibile??? tu come l'hai cotta?
    help me....

    RispondiElimina
  25. ...ooops, interno non intorno...

    RispondiElimina
  26. @ ValeVanilla: durissima??? la mia era talmente leggera che si rompeva.
    io l'ho cotta nel forno statico a 180° per 30 minuti, la pasta non deve diventare scura, deve assumere un leggerissimo colorino.
    la cosa importante invece è stenderla molto ma molto sottile, prima con il mattarello e poi con le mani, una volta stesa era enorme!!! ha occupato tutto un canovaccio da cucina gigante.
    fammi sapere se riprovi!

    RispondiElimina