lunedì 24 ottobre 2011

La torta pazza al cioccolato di Bella per USA SWEET USA

Ecco un'altra ricetta per il contest arrivata via e-mail, si tratta di una torta pazza al cioccolato, l'autrice della ricetta mi ha spiegato che il nome è riferito al particolare procedimento di preparazione, la torta infatti si prepara nella stessa teglia dove poi viene cotta.
Ringrazio Bella per la ricetta!


Torta pazza al cioccolato (chocolate crazy cake)

Ingredienti:
375 g di farina (3 tazze US)
440g di zucchero (2 tazze US)
2 cucchiaini di bicarbonato di sodio
1 cucchiaino di sale
6 cucchiai (30 g) di cacao amaro
2 cucchiai (30 ml) d'aceto bianco (o di mele)
2 cucchiaini (10 ml) d'estratto di vaniglia
150 ml d'olio di mais
475 ml d’acqua fredda (2 tazze)

In una teglia (31 cm x 23 cm x 6,5 cm circa) setacciate insieme la farina, lo zucchero, il bicarbonato di sodio, il sale, ed il cacao amaro e poi mescolate con una forchetta per amalgamare bene tutto, soprattutto il cacao. Fate in modo che lo strato degli ingredienti sia ben livellato nella teglia. Utilizzando un cucchiaio, fate tre buchi nella mistura degli ingredienti. Nel primo buco mettete l’aceto, nel secondo mettete l’estratto di vaniglia, nel terzo mettete l’olio di mais, dopo di che versate 500 ml d'acqua fredda sopra il tutto e amalgamate bene con una forchetta. Fate attenzione che niente di secco rimanga nel composto. Mettete la teglia in un forno preriscaldato a 175 C. per 40-45 minuti.

Glassa al burro d'arachidi:
(Tutti gli ingredienti devono essere a temperatura ambiente)
120 g di burro ammorbidito
258 g di burro d'arachidi cremoso
3 cucchiai di latte o q.b.
250 g di zucchero a velo

In una ciotola capiente aggiungete il burro e il burro d'arachidi. Amalgamate i due burri per bene aiutandovi con uno sbattitore elettrico. Aggiungete lo zucchero a velo  fino a quando il composto non diventi denso, poi aggiungete il latte, un cucchiaio per volta, sbattendo in continuazione fino a quando la glassa diventerà spalmabile e leggera. Dovrete sbattere il composto  per almeno 3 minuti. Adesso è pronta per essere spalmata sulla torta.

15 commenti:

  1. che attentato alla linea perduta

    RispondiElimina
  2. Mmmh, che golosità!Baci e buona settimana

    RispondiElimina
  3. questa cosa che si prepara già in teglia mi ispira un sacco Caia!!!grazie mille la proverò prima possibile e poi ti faccio sapere...baci Marika

    RispondiElimina
  4. Bella è una vera garanzia, sono molto felice che abbia deciso di partecipare al tuo contest!!!
    E questa torta è buonissima!!!

    RispondiElimina
  5. è proprio pazza questa torta.. molto particolare..

    RispondiElimina
  6. Pazza e particolare... bravissima Bella!!! Un abbraccio Caia

    RispondiElimina
  7. m'ispira tanto questa ricetta, da provare!!!

    RispondiElimina
  8. Sai che ero convinta che fosse scaduto il contest???? Devo assolutamente preparare un dolce USA!! ;))) Bacioni e bellissima questa torta pazza, non la conoscevo! ;)

    Vevi :)

    RispondiElimina
  9. Davvero particolare questa torta, mi intriga molto!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  10. Intrigante questa torta!Mooolto!Questi americani,quante ne sanno!:)

    RispondiElimina
  11. Che bella e originale da provare!!
    bravissima e golosa baci

    RispondiElimina
  12. oddio la glassa al burro d'arachidi è inquietante! :'D ihihih ma è assolutamente da provare... sono veramente curiosa di assaggiare questi sapori super americani ^^

    RispondiElimina
  13. con olio e aceto? ahah son davvero matti questi americani :)

    RispondiElimina
  14. mmm, interessante questa torta, devo dire che però l'aceto nell'impasto mi inquieta moltissimo. toccherà provare per vedere che ne esce!

    RispondiElimina
  15. Un' ottima scusa per usare i misurini viola americani che mi ha regalato una mia collega! Sono bellissimi e si trovano in un supermercato, quando ho visto i suoi, avrei ucciso per averli. E' stata così carina a regalarmeli nuovi di pacca :) Li ho appesi in cucina e attendevano una torta come questa per essere sfruttati. Ringraziano, mentre io ti faccio i complimenti!
    A presto
    Mari

    RispondiElimina