sabato 29 ottobre 2011

Cake al Passito di Pantelleria e mele


Chi mi conosce sa che non amo gli alcolici, non bevo vino, birra e tutto ciò che contiene alcool (va beh, a capodanno e quando c'è da brindare bevo, non mi tiro certo indietro).
Se c'è una cosa invece che proprio mi fa impazzire è il vino Passito, lo trovo delizioso e la sera dopo cena mi piace assaporarne un bel bicchierino!
Quando ho letto la ricetta di questo cake di Anna Moroni (da "il mio libro di cucina") mi ha incuriosita e così l'ho subito provata.

ingredienti: (per uno stampo da plumcake 28x10 cm)
1 mela rossa
260 g di zucchero
100 g di burro
4 uova
125 g di farina
125 g di fecola
1/2 bustina di lievito
1 bicchiere di vino Passito di Pantelleria
100 g di mandorle non pelate
1 pizzico di sale

preparazione:
Lavare la mela, tagliarla a fettine senza sbucciarla (io l'ho sbucciata), metterla in un piatto con due cucchiai d'acqua e un cucchiaio di zucchero preso dal totale.
Lavorare il burro, ammorbidito a temperatura ambiente, con lo zucchero e i tuorli; quando il composto diventa spumoso aggiungere la farina e la fecola setacciate con il lievito, amalgamare il tutto e poi unire il Passito, le mandorle tritate grossolanamente e il sale. In ultimo incorporare delicatamente gli albumi montati a neve, mescolado dal basso verso l'alto. Versare l'impasto nello stampo da plumcake, imburrato e infarinato o rivestito con carta forno, disporre le fettine di mela e irrorarle con il loro sughetto. Cuocere in forno statico a 180° per 40 minuti, vale la prova stecchino. (nel mio forno 50 minuti).

16 commenti:

  1. Ti è venuto divinamente.


    complimenti

    RispondiElimina
  2. Che bella "faccia" che ha questo cake... inebriata poi da quel magnifico bicchiere di passito che pare faccia l'occhiolino :)

    RispondiElimina
  3. Cake delizioso cara Caia! io invece amo bere non sono un'alcolizzata ma un buon bicchiere di vino o di birra non lo rifiuto, splendido accompagnato con il passito! baci

    RispondiElimina
  4. E' bellissima Caia , quando si tratta che ci sono mele corro!! bravissima da provare
    baci Anna

    RispondiElimina
  5. Ormai lo sanno tutti che questi sono i dolci che amo io...senza creme!

    RispondiElimina
  6. Questo dolce è un buon motivo per ricomprare il passito terminato già da qualche mese, devo provare a farlo, bravissima!!!
    Ciao, Sara

    RispondiElimina
  7. QUelle foto parlano da se...è un cake fantastico! Deve avere un sapore delicato e dolce...insomma un cake delizioso!

    RispondiElimina
  8. Deve essere ottimo! Bella anche la presentazione ;)
    Buona domenica!!
    Silvi

    RispondiElimina
  9. Ciao Caia, sono arrivata sul tuo blog tramite il tuo bel contest (a cui tuttavia non farò in tempo a partecipare) e scopro tante bellissime ricette. Questo plum cake è strepitoso!
    Divento con piacere la tua lettrice n.260 ;)
    Se ti va ti aspetto nel mia cucina!

    RispondiElimina
  10. chissà che delizia questa tortina melosa e profumata al passito!

    RispondiElimina
  11. Ma bellooo!!! Chissà che profumino in cucina!!! nemmeno io bevo alcolici, ma una fettina di questo cake l'assaggerei volentieri...buona domenica!

    RispondiElimina
  12. adoro il passito e ne ho uno meraviglioso a casa da poter usare!

    RispondiElimina
  13. Che meraviglioso dolce! Ti è venuto benissimo e mi ci fiondere con tutte e due le mani!!!
    Senti, solo una domanda, come mai una mela rossa? Io sapevo che il top per le preparazioni da forno fossero le mele golden o le renette, perchè tengono bene in cottura...c'era qualche spiegazione dell'Annina?
    Grazie e ancora bravissima!
    Chiara

    RispondiElimina
  14. @ a tutta cucina: nel libro non c'è nessuna spiegazione sulla scelta della mela rossa... secondo me per il colore della buccia (ma è la mia idea).
    ciao

    RispondiElimina